Cerca nel sito

Motore di ricerca del sito

Menu di testata


Menu di navigazione

Osservatorio Turistico di Destinazione Osservatorio turistico di destinazione documentazione, calendario degli incontri, report.

Prorogata la Mostra de Chirico, evento culturale dell'anno

4

Il progetto espositivo “Giorgio de Chirico. Il ritratto - Figura e forma”, a cura di Katherine Robinson, è stato l’evento culturale che ha valorizzato l’estate di Montepulciano e che sarà quindi prorogato fino al 3 novembre 2013 presso la Fortezza poliziana.
Il Comune di Montepulciano e la Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte hanno deciso di prolungare la mostra, grazie ai riscontri di pubblico fin qui ottenuti. Grande è stata l’affluenza di visitatori in relazione ai precedenti eventi espositivi: oltre 4.000 presenze solo nel mese di Agosto.
Significativo anche l’interesse degli operatori e dei media nazionali ed internazionali con numerosi i servizi delle principali testate e le visite autorevoli come quella recente di Vittorio Sgarbi.
Il fine pedagogico della proroga è quello di far conoscere Giorgio de Chirico anche e agli istituti scolastici dei Comuni partecipanti alla Fondazione Cantiere: gli studenti e gli insegnanti delle scuole medie e superiori avranno quindi diritto all’ingresso gratuito per poter approfondire, tramite escursioni didattiche, i temi classici del ritratto e dell’autoritratto in Giorgio de Chirico.
Il percorso che si snoda attraverso 67 opere, 44 dipinti, 7 sculture e 17 lavori su carta, ripercorre cinquant’anni (1925-1976) della produzione artistica di de Chirico e si completa con una sala dedicata alla proiezione di un documentario storico sul Maestro. Tra le opere più apprezzate della sezione dedicata al ritratto classico, si distinguono il celebre Autoritratto nudo del 1945, il grande Bagnanti (con drappo rosso nel paesaggio) anch’esso del 1945, l’Autoritratto nel parco con costume del Seicento (1959) e il Ritratto di Isa, vestito rosa e nero (1934). Nel segmento della Neometafisica troviamo i più famosi soggetti dechirichiani: i manichini, rappresentati da Ettore e Andromaca (1970), il celebre tema della Piazza d’Italia, con Piazza d’Italia con statua di Cavour (1974) e l’Archeologo con Il Pensatore (1973) e il sorprendente Meditatore (1971).
La mostra, allestita nella Fortezza poliziana dall’architetto Federico Lardera, è realizzata dalla Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte e dalla Fondazione Giorgio e Isa de Chirico, con il sostegno del Comune di Montepulciano, della Provincia di Siena e del Rotary Club locale. Il catalogo della mostra, curato da Katherine Robinson, è edito da “Maretti Editore”.

Menu dei collegamenti di utilità