Cerca nel sito

Motore di ricerca del sito

Menu di testata


Menu di navigazione

Osservatorio Turistico di Destinazione Osservatorio turistico di destinazione documentazione, calendario degli incontri, report.

Vino Nobile e territorio incontrano giornalisti, operatori e Istituzioni cinesi

Debutto fortunato per Montepulciano e il Vino Nobile sulla sterminata platea di Pechino. L’evento organizzato dal Consorzio dei produttori del pregiato rosso DOCG in collaborazione con l’Enoteca Italiana, rappresentata in Cina dall’agenzia Yishang, con partecipazione della Strada del Vino Nobile e del Comune di Montepulciano, ha riscosso un chiaro successo coinvolgendo giornalisti, importatori ed Istituzioni.

E’ iniziata così nel migliore dei modi la missione del territorio nel cuore della potenza economica mondiale più in vista, iniziativa caratterizzata da numerosi ed importanti fattori di novità.

Oltre a toccare per la prima volta la capitale asiatica, il Wine tour China 2013 rappresenta infatti l’intero territorio della Valdichiana senese che si propone come sistema ideale per l’accoglienza e l’ospitalità del turisti cinesi. E così come il Vino Nobile costituisce una delle punte di eccellenza in campo agro-alimentare, la rete delle strutture è uno degli elementi di eccellenza dell’area; a rappresentare gli operatori del settore, oltre al personale della Strada del Nobile, anche Rosanna Sacco, inviata dal Comune di Sarteano, per conto di quattordici strutture ricettive.

Ad ospitare il primo appuntamento della trasferta cinese è stato il Museo del Vino creato nel Reignwood Palace, un imponente ed esclusivo complesso di proprietà di un magnate del commercio e della finanza.

In questa suggestiva ambientazione, in cui il vino è già oggetto di profonda ammirazione, al punto da essere esposto prima ancora che degustato, si è radunato un gruppo di elite di esponenti della comunicazione ed operatori di settore. Lo sforzo è stato ripagato dalla presenza di giornalisti ed importatori particolarmente qualificati e capaci di influenzare gli orientamenti e le scelte di un mercato di alto livello.

A questa platea si sono rivolti il Sindaco di Montepulciano Andrea Rossi, che ha esposto il singolari e forti legami tra il territorio e la Cina, il Presidente del Consorzio del Vino Nobile, Andrea Natalizi, che ha presentato la denominazione, e, per Strada del Vino Nobile, il consigliere Andrea Matteini e la coordinatrice Bruna Caira, con un’applaudita ed accurata presentazione dell’area Valdichiana Senese e della sua offerta turistica.

Subito dopo il responsabile marketing del Consorzio del Vino Nobile, Thomas Francioni, alla settima missione in Cina, e il responsabile locale di Enoteca Italiana Francesco Ye, hanno guidato la degustazioni dei vini di sei aziende di Montepulciano che hanno aderito al progetto.

Anche il pranzo si è risolto in una preziosa opportunità di incontro visto che ad un pasto tipicamente cinese, spettacolare anche dal punto di vista puramente estetico, è stata abbinata una degustazione di Rosso di Montepulciano DOC e di Nobile di Montepulciano DOCG.

Nel pomeriggio il Wine Museum ha ospitato un workshop – degustazione; ai banchi di assaggio delle nove aziende intervenute direttamente (Boscarelli, Casale Daviddi, Cavalierino, Il Macchione, La Braccesca – Antinori, La Ciarliana, Le Berne, Montemercurio e Vecchia Cantina) si sono avvicendati oltre 150 operatori che si sono intrattenuti a lungo, tempestando di domande i produttori.

La delegazione di Montepulciano ha ricevuto anche la graditissima visita di Patrizia Liberati, in rappresentanza dell’Istituto Italiano di Cultura e del suo Direttore, Prof.ssa Stefania Stafutti, mentre i produttori sono stati affiancati ai banchi di assaggio da studenti cinesi di italiano che si sono abilmente disimpegnati nel ruolo di interpreti, compiendo anche una piacevole ed utile esperienza “sul campo”.

Nel complesso tutti i partecipanti si sono espressi in termini lusinghieri, spesso entusiastici, sul Vino Nobile e sulle opportunità turistiche che presenta il territorio, mostrando un interesse a realizzare progetti che va al di là delle semplici enunciazioni.

Il programma pechinese della missione, di cui fa parte anche il progetto”Montepulciano nel mondo”, proseguirà con una serie di incontri e contatti, prima del trasferimento a Shangai.

Menu dei collegamenti di utilità