Cerca nel sito

Motore di ricerca del sito

Menu di testata


Menu di navigazione

Osservatorio Turistico di Destinazione Osservatorio turistico di destinazione documentazione, calendario degli incontri, report.

Un albero per ogni nato: dodici nuovi olivi nel parco di Nottola

Dodici giovani olivi sono andati ad infoltire l’area verde che circonda gli Ospedali Riuniti della Valdichiana, a Montepulciano. Come avviene ormai da anni, le nuove piante sono state messe a dimora nell’ambito del progetto “Un albero per ogni nato” al quale contribuiscono le famiglie dei bambini nati nei mesi che precedono la festa.

L’iniziativa è realizzata dal reparto di Neonatologia di Nottola in collaborazione con il locale circolo di Legambiente e con il patrocinio dell'Amministrazione Comunale di Montepulciano.

E anche quest’anno la cerimonia è stata favorita dalle condizioni meteo e quindi la partecipazione di genitori (e nonni) con i veri protagonisti dell’evento, comodamente sistemati nei passeggini, è risultata particolarmente significativa.

A spiegare il senso e gli obiettivi del progetto sono stati il Direttore di presidio, Dr.ssa Simonetta Sancasciani, il direttore della Società della Salute, Ing. Pulcinelli, ed i responsabili della Ostetricia, Dr. Cencini e della Pediatria e Neonatologia, dr. Civitelli.

Tra il pubblico il Sindaco di Montepulciano, Andrea Rossi che non è mancato all'appuntamento nella doppia veste, istituzionale e di neo-papà.

Nel suo saluto, Rossi ha indicato nella struttura materno-infantile dell’ospedale della Valdichiana una realtà di eccellenza che garantisce alle madri e ai neonati un percorso di nascita sicuro, gestito con il migliore impegno da tutti i professionisti.

“I Comuni della Valdichiana si impegnano a difendere e sostenere le proprie strutture sanitarie – ha ribadito Rossi – perché la crisi del sistema non può mettere in discussione servizi per la salute che hanno raggiunto livelli di qualità tanto elevati quanto necessari. Le distanze che separano la Valdichiana Senese dai principali centri di riferimento ci obbliga infatti a garantire alla popolazione un'assistenza adeguata in termini di sicurezza ed efficacia”.

Menu dei collegamenti di utilità