Cerca nel sito

Motore di ricerca del sito

Menu di testata


Menu di navigazione

Osservatorio Turistico di Destinazione Osservatorio turistico di destinazione documentazione, calendario degli incontri, report.

Sabato 31 maggio, agli ex-Macelli, anteprima del Bruscello 2014

Nel poker di eventi che caratterizza l’estate poliziana, il Bruscello riveste il ruolo del più antico e legato alla tradizione.

Ma lo spettacolo di Ferragosto in Piazza Grande, uno degli appuntamenti più importanti ed originali del teatro popolare italiano, sarà anche il primo a scoprire le carte.

Sabato 31 maggio, alle 18.00, presso il salone degli ex-Macelli, la compagnia popolare che ha raccolto l’ultradecennale eredità dei primi bruscellanti, proporrà l’anteprima di “Romeo e Giulietta”, rappresentazione che andrà in scena dal 14 al 17 agosto, sul sagrato del Duomo.

Il 5 giugno, a Roma, sarà il Cantiere d’Arte a rivelare il proprio cartellone mentre è atteso il programma per il quarantennale del Bravìo delle Botti e già trapelano indiscrezioni sul Live Rock Festival.

“Con la popolarissima vicenda di Romeo e Giulietta – spiega il Direttore Artistico della compagnia, Franco Romani, che firma anche la regia e le scene - prosegue il ciclo romantico del Bruscello ma si chiude la trilogia dedicata al mito dell’amore, inaugurata nel 2012 con “Orfeo e Euridice” e proseguita l’anno scorso con “Tristano e Isotta”.

“Da un punto di vista artistico, la particolarità principale di questa trilogia è stato il riequilibrio tra la parte musicale, che negli anni aveva assunto un ruolo molto importante, superiore a quello trasmesso dalla tradizione contadina, e la parte narrativa; attraverso il testo, l’intreccio è tornato così ad avere così la sua giusta visibilità”.

“Si tratta di uno spettacolo non nuovo per il pubblico del Bruscello – ricorda Romani – già rappresentato alcune volte nell’edizione con le musiche del Can. Gino Quinti ed il libretto di Renato Gargaloni e capace sempre di commuovere gli spettatori per la drammaticità della sorte dei due innamorati. L’allestimento del 2014 è completamente nuovo, sia nelle tematiche del racconto (e quindi nei testi, firmati dalle due giovani bruscellanti Chiara Protasi ed Irene Tofanini) sia nella musica del Maestro Alessio Tiezzi”.

In occasione dell’anteprima di sabato saranno eseguite le arie principali (ad ogni personaggio è assegnato un tema melodico sul quale l’interprete canta la propria parte) sia alcuni passaggi del libretto.

“E’ una storia che, come dice il personaggio del Cantastorie nel suo tradizionale commiato al pubblico “avrà fatto soffrir più di un cuore” preannuncia Romani. “D’altra parte quella di Romeo e Giulietta è un’opera che celebra il mito dell’amore in un modo tale da farle assumere la funzione di paradigma del sentimento: un amore puro, rarefatto e senza condizioni, di cui si esalta la trattazione idealistica e romantica”.

“Anche quest’anno la messa in scena coinvolgerà oltre centoventi persone, tra interpreti, comparse, tecnici e orchestrali” preannuncia Romani. “Le prove sono iniziate da un circa un mese, è in corso l’assegnazione delle parti ed anche la costruzione delle scene avanza speditamente”.

Durante la serata il Presidente della compagnia, Marco Giannotti, presenterà l’immagine per il manifesto, un dipinto originale con una chiara impronta contemporanea. E al termine, un brindisi nell’auditorio sarà di augurio per un buon Bruscello 2014. L’ingresso agli ex-Macelli è gratuito.

Per informazioni: Associazione Compagnia Popolare del Bruscello, tel. 0578.758529 bruscello@gmail.it - www.bruscello.it

Menu dei collegamenti di utilità