Cerca nel sito

Motore di ricerca del sito

Menu di testata


Menu di navigazione

Osservatorio Turistico di Destinazione Osservatorio turistico di destinazione documentazione, calendario degli incontri, report.

Festa dell'Albero 2009

Sabato 21 novembre anche a Montepulciano si celebrerà la Festa dell’Albero, una delle campagne più popolari tra le tante promosse da Legambiente visto che coinvolge soprattutto i ragazzi della scuola dell’obbligo, ideali protagonisti della difesa dell’equilibrio naturale.

Il programma elaborato dagli Assessorati all’Ambiente e all’Istruzione con il Circolo Legambiente di Chianciano - Montepulciano e la Direzione Didattica prevede la messa a dimora di ben 7 nuovi alberi nella frazione di Acquaviva. Come vuole la formula della festa, saranno gli studenti delle scuole elementari, con l’aiuto del personale del Comune e dei volontari di Legambiente e del Collettivo Piranha, a piantare gli alberi.

Le aree scelte per la sistemazione delle piante sono il giardino pubblico di Via Cocconi, adiacente l’ufficio postale, che sarà arricchito con 2 aceri montani, 1 tiglio ed 1 cerro, e la zona tra le scuole elementari e le medie, dove saranno messi a dimora altri 3 aceri.

“Ad Acquaviva la festa assumerà un valore particolare - spiega Alessandro Angiolini, Assessore all’Ambiente del Comune di Montepulciano - perché con il proprio ciclo vitale, caratterizzato dall’emissione di ossigeno e dall’assorbimento di anidride carbonica (il gas serra più pericoloso e dannoso), i 7 alberi azzereranno le emissioni di CO2 prodotte durante l’edizione 2009 del Live Rock Festival of Beer. In questo modo gli organizzatori del Collettivo Piranha, già capaci di tradurre in risultati concreti un impegno ecologista ed ambientalista che non è pura enunciazione di principi, rispetteranno un impegno assunto durante la manifestazione”.

In un’occasione successiva altri 4 alberi, 2 lecci e 2 aceri, troveranno sistemazione ad Abbadia di Montepulciano.

“Per nostra fortuna non abbiamo i problemi delle grandi città - conclude Angiolini - per le quali è stata pensata la Festa dell’Albero, come opportunità per portare un po’ di verde in mezzo al cemento e all’asfalto e soprattutto per sensibilizzare i giovanissimi sui problemi dell’inquinamento. Ma la nostra situazione privilegiata ci impone il massimo impegno per tutelare un patrimonio che abbiamo il dovere di consegnare alle generazioni future nelle migliori condizioni possibili. Ecco perché partecipiamo da anni alla Festa dell’Albero coinvolgendo le scolaresche e contribuendo ad arricchire la dotazione di piante ed alberi sul territorio”.

Documenti

Attenzione: i documenti di seguito riportati potrebbero richiedere la presenza di applicazioni o visualizzatori.
 

Menu dei collegamenti di utilità