Cerca nel sito

Motore di ricerca del sito

Menu di testata


Menu di navigazione

Osservatorio Turistico di Destinazione Osservatorio turistico di destinazione documentazione, calendario degli incontri, report.

A Montepulciano in squadra si vince, sempre

Ha preso il via nel mese di settembre un inedito progetto, di indiscutibile valore sociale, che prevede l’inserimento nei gruppi squadra di calcio e volley di bambini e bambine con forti disagi psicologici.

Fautrice dell’iniziativa è l’Unione Polisportiva Poliziana che ha trovato la collaborazione del Comune di Montepulciano e dell’Associazione Sport, Eventi e Cultura che garantisce il supporto tecnico ed economico.

Altri partner del progetto sono la Casa Accoglienza “Figlie del Divino Zelo” e le Scuole Elementari del comune che provvederanno a segnalare i casi di difficoltà e a favorire l’inserimento nelle attività sportive; all’Amministrazione Comunale spetta il coordinamento tra tutti i soggetti e con la struttura che si occupa del sociale nella USL 7.

In base alle segnalazioni ed alle valutazioni delle assistenti sociali, l’associazione sta già provvedendo ad aggregare i primi ragazzi alle squadre che praticano attività sportiva nelle palestre di Montepulciano, Stazione e Acquaviva e negli stadi comunali di Montepulciano, di Acquaviva, di Montepulciano Stazione e di Abbadia. Uno psicologo aiuta i bambini nel loro percorso di integrazione e supporta il lavoro dello staff tecnico, intervenendo sulle problematiche che potrebbero emergere. In totale il progetto potrà interessare una cinquantina di giovanissimi, fino ad 11 anni di età.

“In questa esperienza il giovamento fisico non rappresenta il solo obiettivo” afferma l’Assessore all’Istruzione Alice Raspanti. “I maggiori benefici sono rappresentati dalla forte spinta alla socializzazione che il gioco di squadra presuppone. La condivisione di obiettivi e risultati che si basano sul lavoro in team – prosegue l’Assessore – è determinante nella crescita sociale di ogni bambino e adolescente, in quanto contribuisce a consolidarne il carattere, ad acquisire regole etico-sociali, ad esercitare la volontà e la disciplina, a sviluppare l’autocontrollo e il coraggio”.

“La Polisportiva Poliziana apre le porte all'impegno sociale – dichiara il Presidente Massimiliano Bianconi - consapevole delle sempre maggiori difficoltà che le famiglie incontrano nel far quadrare i bilanci. Negli anni passati le famiglie che non potevano sostenere le quote di compartecipazione alle spese del settore giovanile erano tra il 5% e il 10%, oggi sono arrivate al 20-25%” rivela Bianconi “Nonostante i tempi di ristrettezza economica, che interessano anche la società – conclude il Presidente – nulla è stato tolto all’ambito sociale e ai servizi per i ragazzi e anzi abbiamo compiuto uno sforzo ulteriore acquistando un nuovo pullmino, il terzo, destinato al trasporto delle squadre della Polisportiva di calcio e volley”.

Menu dei collegamenti di utilità