Cerca nel sito

Motore di ricerca del sito

Menu di navigazione

Osservatorio Turistico di Destinazione Osservatorio turistico di destinazione documentazione, calendario degli incontri, report.

Percorso di navigazione

Percorso: Home / Strutture comunali / Palazzo del Capitano

Palazzo del Capitano

Il Palazzo del Capitano a Montepulciano ha origini molto antiche che, allo stato attuale delle ricerche, non sono ancora del tutto conosciute; è opinione comune, comunque, che risalga almeno al 1200.

Lo stesso nome, Palazzo del "Capitano", che da molti é inteso come ricordo del "Capitano del Popolo", figura di magistrato del periodo basso medievale, potrebbe anche riferirsi alla memoria del "Capitano di Giustizia", giudice della città, che veniva inviato da Firenze a partire almeno dal secolo XV.

Nella seconda metà del secolo XVIII il Palazzo è stato oggetto di notevoli lavori di ristrutturazione, che ci hanno presumibilmente consegnato l'edificio nel suo aspetto attuale.

Difficile dire l'entità di tali lavori: certo hanno portato alla demolizione di una scalinata in travertino molto ampia che portava al primo piano, posta sul lato del Palazzo che dà su Piazza Grande, e di un'alta torre; ma la costruzione dell'attuale secondo piano, ben distinto dalla struttura gotica tipica degli altri due e caratterizzato dalle finestre che danno su Via Ricci al posto delle trifore, e dell'attuale prospetto su Piazza Grande potrebbero anche essere anteriori.

Ad oggi, il recente progetto di restauro del piano terra del Palazzo del Capitano ha consentito il recupero della tipologia e della spazialità originarie trecentesche dell'edificio: qui hanno sede due sale espositive dette Logge della Mercanzia, gestite dalla Strada del Vino Nobile, che si propongono come centro di studio ed elaborazione del sapere intorno al vino e al prodotto tipico.

Al primo piano, invece, hanno sede fissa alcuni uffici comunali e l'associazione di produttori Consorzio del Vino Nobile, oltre ad un ampio spazio adibito a sala-congressi.

Spazi congressuali si possono ritrovare anche al secondo piano, contornati da altri uffici comunali.

 

Menu dei collegamenti di utilità