Cerca nel sito

Motore di ricerca del sito

Menu di testata


Menu di navigazione

Osservatorio Turistico di Destinazione Osservatorio turistico di destinazione documentazione, calendario degli incontri, report.

Percorso di navigazione

Percorso: Home / Strutture comunali / Teatro Poliziano

Teatro Poliziano

Alla fine del Settecento l'Accademia degli Intrigati decise di costruire un nuovo teatro, dato che quello vecchio, all'interno del Palazzo pubblico, era ormai insufficiente. Fu chiamato l'illustre architetto Leonardo De Vegni, ma il progetto di quest'ultimo non fu approvato dal Consiglio perché troppo costoso. Nell'anno seguente, il 1793, l'Accademia approvò il disegno dell'architetto pratese Giuseppe Valentini e da subito furono iniziati i lavori che terminarono nel 1796.

Il teatro, costruito nei locali del Monte Pio sottostanti il Duomo, conservò del vecchio edificio solo la facciata architettonicamente non rilevante. La pianta della sala teatrale si presentava, e si presenta tutt'oggi, a forma di ferro di cavallo con al perimetro un discreto numero di palchi (72), suddivisi in quattro ordini, e al centro una platea piuttosto ampia. Le decorazioni e la tinteggiatura furono affidate, prima al decoratore Giuseppe Castagnoli, che usò colori tenui come il celeste e il verde chiaro, poi furono rimaneggiate da Socrate Rotellini e dal doratore senese Augusto Franci, insistendo sul contrasto tra il rosso scuro dei velluti e della carta che rivestiva i palchi e gli stucchi leggermente dorati delle parti architettoniche; così si presentano ancora oggi, dopo vari restauri, tutti gli ambienti del teatro.

Teatro Poliziano visto dalle gallerie  Teatro Poliziano

I successivi lavori hanno riguardato soprattutto l'adeguamento degli impianti alle norme di sicurezza e la riorganizzazione dell'ingresso, dotato di un'elegante scala in marmo, nonché dell'atrio, fornito di bar e guardaroba.

L'edificio, già di proprietà dell'Accademia degli Intrigati, scioltasi nel 1980, anno in cui venne venduto al Comune, ha sempre ospitato una costante e ricca attività teatrale e lirica. Oggi viene gestito dalla Fondazione Cantiere Internazionale d'Arte di Montepulciano ed è usato, oltre che per gli spettacoli del Cantiere, anche per altre attività culturali che la Fondazione organizza durante l'anno e per eventi organizzati direttamente dall'Assessorato alla Cultura del Comune, fra cui concerti, conferenze e manifestazioni di vario genere.

Il teatro può accogliere quasi 400 persone e si trova in a Montepulciano, in Via del Teatro 4.

Per informazioni e prenotazioni


Sito Internet: www.fondazionecantiere.it

 

Menu dei collegamenti di utilità